Home > Asso di spade carte trevigiane

Asso di spade carte trevigiane

Asso di spade carte trevigiane

Io in realtà, sentivo che non ci stavamo per niente tenendo informati su quello che avevamo attorno. Vivevamo in una specie di isolamento di coppia. Quando discutevamo, non solo non conoscevo nessuno con cui andare a bermi una birra per distrarmi un attimo, non potevo neanche, nella maggior parte dei casi, chiamare i miei amici di sempre, per questioni di fuso orario. Non mi rendevo conto di quanto fosse, invece, semplice e immediato a New York conoscere persone che spesso vengono da lontano e sanno cosa vuol dire arrivare qui e sentirsi completamente, totalmente soli.

Insomma, scattano solidarietà pazzesche! E soprattutto, davvero, un incontro porta a un altro incontro che porta a un altro ancora e piano piano ti si riaccende la speranza nelle relazioni umane. Proprio qui, in una città abitata da quasi 8 milioni e mezzo di persone e attraversata da un numero inimmaginabile di pendolari, turisti e persone occasionalmente di passaggio.

Provare per credere! È stato fantastico, voglio dire, per la prima volta dopo mesi di solitudine profonda, mi sono sentita a casa. Ho incontrato due persone che lavoravano nel mio campo a Roma, una città in cui ho vissuto e in cui avevamo amici e punti di riferimento in comune. Una serata estiva in un roof-top newyorchese, mi ha proiettata nel ricordo di serate tanto familiari e simili su terrazze romane. Mi sentivo come il brutto anatroccolo che finalmente si ricongiunge con il suo gruppo. Una vera amica! Senza lei, non avrei avuto la maggior parte delle esperienze divertenti ed emozionanti che mi sono capitate qui.

Tra queste, incappare ieri sera in un gruppo di amici di amici di un suo ex roommate. Lo fa per lo stesso motivo per cui, dice, non bisogna disperare quando si perde qualcosa, perché la vita poi restituisce tutto quello che toglie. Basta mantenersi onesti e generosi. Ok, obietterete che non è New York che mi ha derubata, ma che sono io che sono distratta. Vi assicuro anche che mi sento totalmente risarcita rispetto alle piccole perdite che ho avuto, proprio grazie a incontri come quello con Andrea. Non tanto perché ci ha invitate a casa sua, aprendoci il suo guardaroba ed il suo cuore, vestendo me da zero per la serata di qui i jeans e ammettiamolo, anche la maglietta e regalando a Laura un paio di scarpe di Alexander Wang che non voglio neanche immaginare quanto possano costare.

Soprattutto, sono grata ad Andrea per la frase che mi ha scritto sul braccio. Non ti fidar di me se il cuor ti manca. Mi sono commossa per la saggezza popolare che esprime. Insomma, sto imparando, anche grazie agli incontri che faccio, che ci vuole veramente tanto cuore per avere a che fare con New York. Mi chiamo Laura e di mestiere scrivo, prevalentemente per la TV. In Veneto sono diffusi anche molti giochi con le carte a semi francesi, primo tra tutti la Scala Quaranta, che si è diffusa dopo la prima guerra mondiale e ha preso il posto del Ramino. Do you want search? Follow Me. Buona partita a tutti… Alberta Bellussi.

Leave a comment. Next Post Ma chi era Marco Caco? Sicuramente uno tanto ma tanto in là nel tempo. Previous Post Hemingway e il Veneto: Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Vivere a New York: “Non ti fidar di me se il cuor ti manca” – La Voce di New York

La caratteristica distintiva delle carte trevisane, come per le triestine, è la presenza di testi Asso di Spade: Non ti fidar se il cuor ti manca. “Per un punto Martin perse la capa”.le nostre carte trevigiane sull'asso di spade “Non ti fidar di me se il cuor ti manca”;. sull'asso di denari. Il significato dell'Asso di Spade negli arcani minori dei tarocchi. Le trevigiane ne hanno tre motti (tutti tranne la spada: e tutti motti diversi). "Non val saper chi ha / fortuna contra", recita l'asso di Denari. Il mazzo si compone utilizzando 25 carte qui di seguito descritte: BASTONI: ASSO – DUE – TRE - FANTE – CAVALLO – RE SPADE: ASSO. Su ciascun asso sono riportati dei motti che ricordano i rischi del gioco sull' asso di spade "Non ti fidar di me se il cuor ti manca"; sull'asso di denari "Non val . ASSO DI COPPE: Nei mazzi di carte italiane della cultura veneta l'Asso di me se il cuor ti manca (Trevigiane), oppure: il gioco della spada a.

Toplists